Netflix, animatori e registi emigrano verso il colosso dello streaming

Il 2019 si sta dimostrando un anno incredibilmente florido per l’animazione in casa Netflix. Dopo l’arrivo dei reboot di alcune tra le più attese serie tv animate della stagione (Carmen Sandiego, She-Ra e I Cavalieri dello Zodiaco solo per citarne alcuni), i rinnovi delle serie originali Netflix come BoJack Horseman, Love, Death and Robots, Big Mouth e Aggretsuko, nonchè gli annunci di nuove stagioni per Rick and Morty e Final Space (in Italia distribuite sempre da Netflix), gli amanti delle serie animate possono dormire sogni tranquilli, anche alla luce del recente annuncio di nuove serie animate in arrivo sulla piattaforma, tra cui spicca Maya and the Three, una storia epico-fantasy ispirata alla mitologia messicana e diretta da Jorge Gutierrez (regista de Il Libro della Vita).

È notizia diffusa ormai da tempo, invece, che l’azienda sta creando un vero e proprio reparto dedicato alla realizzazione di lungometraggi animati, coinvolgendo alcuni dei più importanti nomi di animatori, registi e produttori degli Studios storici come Disney, Pixar, Sony e tanti altri. Andiamo quindi a scoprire cosa ci riserverà il futuro di Netflix nel campo dei lungometraggi animati, e quali sono i nomi che l’azienda è riuscita a strappare agli Studios d’animazione più blasonati.

Klaus

Come sappiamo Netflix distribuirà sul suo servizio di streaming entro la fine del 2019 il suo primo lungometraggio animato, Klaus, film realizzato in tecnica tradizionale da Sergio Pablos, al suo esordio alla regia ma dalla pluridecennale esperienza nel mondo dell’animazione: ha infatti lavorato come animatore a tantissimi classici della Disney (alcuni titoli: Il Gobbo di Notre Dame, Hercules, Tarzan, Il pianeta del tesoro) ed è stato autore e produttore di Cattivissimo Me e Smallfoot. L’annuncio di questo film ha conquistato da subito i cuori di tutti gli appassionati di cinema d’animazione, in particolare di tutti coloro che chiedono a gran voce nuovi film in tecnica tradizionale. Dalle informazioni attuali pare che questo progetto unirà l’animazione classica ad elementi in computer grafica. Che il risultato possa essere simile ai cortometraggi di Paperman e Feast, o a quello che abbiamo visto nel recente film Spiderman – Un nuovo universo? È presto per dirlo, tuttavia l’entusiasmo che accompagna l’attesa per questo film è accentuato dalla volontà di Netflix di volerlo distribuire anche nei cinema americani, probabilmente per partecipare alla stagione dei premi. Altamente plausibile che Netflix punti dunque a candidare Klaus nella categoria di Miglior film d’animazione all’Oscar.

The Willoughbys

Nel 2020 arriveranno ben due lungometraggi da Netflix. Il primo sarà The Willoughbys, scritto e diretto da Kris Pearn, regista del film Piovono Polpette 2 e che alla Sony Animation ha lavorato anche a Boog & Elliot, Hotel Transylvania e al primo Piovono Polpette. Il film, che verrà realizzato in computer grafica, è un adattamento del romanzo di Lois Lowry e racconterà la storia dei quattro fratelli Willoughby, abbandonati dai loro genitori, che dovranno imparare ad adattarsi nel mondo contemporaneo.

Over the Moon

Il secondo, attesissimo film annunciato da Netflix per il 2020 si intitola Over the Moon, e sarà la prima regia dello storico animatore Disney Glean Keane in un lungometraggio. Nel caso in cui questo nome non vi dica molto sappiate che Glen Keane è stato colui che ha animato alcuni dei più famosi e indimenticabili personaggi dei classici Disney, come Ariel, Aladdin, Pocahontas, Tarzan e Rapunzel. Dopo aver lasciato gli studios Disney, Keane ha realizzato un cortometraggio per Google intitolato Duet, corto che unisce la manualità del disegno a mano con la tecnologia della realtà virtuale. Duet ebbe un notevole successo di critica tanto che venne preso in considerazione tra i corti selezionati nella cinquina di Miglior cortometraggio animato nell’edizione 2014 degli Oscar. Due anni più tardi Keane ha realizzato il cortometraggio Dear Basketball, col quale invece l’Oscar lo vinse davvero, sempre nella categoria di Miglior cortometraggio d’animazione.

Dal poco che ora si conosce della storia di questo nuovo film, essa dovrebbe raccontare di una ragazzina che costruisce un razzo per arrivare sulla luna con lo scopo di provare a suo padre l’esistenza della Dea della Luna. In questo viaggio incontrerà tante creature fantastiche: alcune buone, e altre meno. Il film, che sarà realizzato in CGI, sarà un musical. Verrà realizzato insieme allo studio cinese Pearl Studio, sarà scritto da Audrey Wells e prodotto da Gennie Rim e Janet Yang, mentre le canzoni originali verranno scritte da Christopher Curtis, Marjorie Duffield e Helen Park.

My Father’s Dragon (2021)

Previsto per il 2021, My Father’s Dragon sarà un film sicuramente da tenere sott’occhio. Netflix lo realizzerà in collaborazione con lo studio irlandese Cartoon Saloon, celebre per la sua attitudine a portare al cinema opere sempre nuove e originali e che ha all’attivo tre film tutti nominati all’Oscar come Miglior film d’animazione.

La storia di questo film prenderà ispirazione dalla serie di libri di Ruth Stiles Gannett e racconterà la storia di Elmer Elevator, giovane alla ricerca di un drago tenuto prigioniero nell’Isola Selvaggia.
A dirigere il film troveremo Nora Twomey già regista per Cartoon Saloon del film Sotto il burqa, mentre la sceneggiatura sarà opera di Meg LeFauve, una delle sceneggiatrici di Inside Out, che in questa pellicola sarà anche produttrice esecutiva insieme a John Morgan.

Pinocchio

Netflix ha dato il via libera anche alla realizzazione di Pinocchio, progetto covato a lungo dal regista premio Oscar Guillermo del Toro previsto per il 2021. Il suo sarà un debutto alla regia in un film d’animazione, sebbene del Toro non sia completamente nuovo al mondo dell’animazione, avendo prodotto molti film e serie tv animate come Il libro della vita, Trollhunters, Kung Fu Panda 3 e Le 5 leggende. Questo nuovo adattamento della celebre fiaba, che verrà realizzato con la tecnica della stop motion, sarà ambientato in Italia durante il periodo del fascismo. Patrick McHale (regista di Over The Garden Wall) co-scriverà il film, mentre Mark Gustafson (animatore di Fantastic Mr. Fox) sarà co-regista.

Wendell & Wild

Sempre nel 2021 avremo anche il ritorno alla regia del monumentale Henry Selick, regista di Nightmare Before Christmas e Coraline. Da quello che conosciamo ora della trama la storia seguirà le avventure di due fratelli demoni che, tentando di fuggire dall’Underworld, scapperanno dalle grinfie di un adolescente acchiappa-demoni. Il film verrà scritto niente di meno che da Jordan Peele (regista diGet Out) e prodotto dalla Monkeypaw Productions.

Jacob and the Sea Beast (2022)

Infine chiudiamo questa carrellata dei film in arrivo da Netflix con Jacob and the Sea Beast, scritto e diretto da Chris Williams (regista di Big Hero 6 e Bolt) che verrà realizzato in computer grafica. Il film racconterà la storia di un marinaio che naviga su acque inesplorate finché si imbatterà in un mostro marino.

Per vedere l’elenco completo dei progetti annunciati da Netflix basta cliccare qui.

Precedente Incassi Pixar, successi e fallimenti in 25 anni d'animazione Successivo NEWS - Disney Italia pronta a licenziare 61 dipendenti